APICOLTURA TRE COLLI
Instagram stream
Partner progetto LIFE Stop Vespa Velutina
Apicoltura Tre Colli è partner ufficale progetto Stop Vespa velutina
Vespa velutina, Calabrone asiatico
16653
post-template-default,single,single-post,postid-16653,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_with_content,width_470,columns-4,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

Partner nel progetto STOP VESPA

Partner nel progetto STOP VESPA

Vespa velutina

La Vespa velutina o Calabrone asiatico ha un areale naturale compreso fra la Cina Meridionale, l’India, l’Indocina e l’Indonesia. Per effetto dell’isolamento geografico delle diverse popolazioni e della diversità di clima, la Vespa velutina si è differenziata in 11 sottospecie, ma solamente la sottospecie più settentrionale, V. v. nigrithorax (du Buysson, 1905), comunemente nota anche come Calabrone a zampe gialle, è stata accidentalmente trasferita dalla Cina ad altre parti nel mondo. Le aree di introduzione sono la Corea del Sud nel 2003, l’Europa nel 2004 e il Giappone nel 2012.

In Italia i primi individui adulti sono stati catturati nel 2012 in Liguria a Ventimiglia e Loano. Nel 2013 sono starti rinvenuti i primi nidi, cinque nella Liguria di ponente e due in Piemonte in Provincia di Cuneo. Successivamente la specie si è diffusa velocemente e le ultime segnalazioni sono arrivate dal Veneto.

In Toscana non è stata ancora segnalata la sua presenza, ma Apicoltura Tre Colli si è offerta volontariamente di far parte delle rete di monitoraggio installando già ad inizio marzo le trappole per la cattura di eventuali regine fondatrici.

La pericolosità di questo insetto alieno in grado di decimare una colonia di api richiede un coinvolgimento diretto degli apicoltori, per questo dal 10 marzo Apicoltura Tre Colli è ufficialmente partner della rete di monitoraggio del progetto LIFE STOP VESPA