APICOLTURA TRE COLLI
Instagram stream
La danza circolare delle api
Calabroni, una minaccia per le api
Calabroni, Api, Rimozione nidi di Calabroni
16442
post-template-default,single,single-post,postid-16442,single-format-video,bridge-core-1.0.5,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,side_menu_slide_with_content,width_470,columns-4,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

La danza circolare

La danza circolare

LA DANZA CIRCOLARE, COME LE API COMUNICANO UNA SORGENTE DI CIBO

Karl von Frisch nel 1973 ha vinto il premio Nobel per la Biologia e la Medicina grazie ai suoi studi sull’orientamento delle api, rivoluzionando le conoscenze su questo mondo.

Le api possono comunicare fra loro con movimenti del corpo particolari, trasmettendo alle compagne la posizione fonti di nettare e polline particolarmente ricche, tali movimenti vengono chiamati danza circolare e danza dell’addome.

La danza circolare consiste in un moto frenetico sulla superficie dei favi, fatto da una bottinatrice che ha rinvenuto nelle immediate vicinaze (entro 100m) una sorgente ricca di nutrimento. Il linguaggio si traduce in due informazioni fondamentali:

Posizione rispetto all’uscita dall’arnia,  Angolo rispetto al sole

  • Posizone: la vibrazione dell’addome dal basso verso l’alto del favo indica che il cibo è davanti l’arnia, se dall’alto del favo verso il basso il cibo è dietro l’arnia
  • Angolo: L’inclinazione della danza rispetto all’asse verticale indica l’angolo della fonte di cibo rispetto alla posizione del sole

In questo video:

Fonte di cibo: davanti l’arnia

Angolo rispetto al sole (ore 18.00 di sabato 10 settembre 2016): 45° a sinistra